balthus

sandro sacco

balthus

Aprile 2018, isbn: 978-88-6770-374-6, € 15,00

Paradossali storie di vita quotidiana e non. Di vita umana e non. Presenze soprannaturali, incontri urbani, matrimoni spenti ancor prima di nascere e matrimoni maturi a tal punto da esigere la rottura, sensazioni canine ed emozioni gattesche come quelle del gatto Balthus, il vorace felino protagonista del surreale racconto che dà il titolo all’intera opera. E soprattutto desideri che restano pazzamente anelati fin quando non si scontrano con la realtà. Qui i sogni dei personaggi si frantumeranno in mille pezzi, lasciando un vuoto esistenziale che non trova soluzione.

Il ritmo narrativo di Sandro Sacco, unito a una scrittura visiva e a uno stile sardonico e sferzante, compone un ensemble di racconti che rappresentano un puzzle multicolore, con le tessere che a fine lettura si troveranno magicamente incastonate l’un l’altra svelando la realtà nascosta dell’autore.

 

 

Sandro Sacco, all’anagrafe Carmine, ha un passato di studi artistici, è scultore e ceramista Raku. Elio Pecora ha inserito le sue poesie nella rivista internazionale da lui diretta «Poeti e Poesia». Ha frequentato corsi di scrittura presso la RAI e la Casa delle Letterature. Ha seguito corsi di sceneggiatura e di drammaturgia. Scrive testi teatrali, a Goma (Repubblica Democratica del Congo) ha insegnato a ex ragazzi soldato e a bambini di strada a teatralizzare le loro storie. È tuttora impegnato nel mondo del volontariato.