Chiari pensieri d’amore

Francesco Carbone

Chiari pensieri d’amore

ottobre 2017, isbn: 978-88-6770-284-8, € 14,00

Anselmo ricorda come un antico magico rituale l’agitarsi delle mani della madre fra farina e uova per compiere il miracolo della pasta; sa bene che il fuali è il luogo cui i bambini appartengono, almeno fino a quando non si scontreranno con la realtà; Anselmo vorrebbe solo un posto tutto per sé all’interno del Vocabolario, essere una parola che significhi se stesso e l’ultima cosa che ha visto è stato il fuoco che saliva dalla padella fin dentro la cappa della cucina, poi il Paradiso.Francesco Carbone, con pungente ironia, dà voce a un protagonista che narra dodici brevi storie di vita prima e dopo la morte. Questi racconti, in bilico fra il surreale e il profetico, grazie ad una lingua arricchita da echi della letteratura italiana e non, mostrano come, nel momento del Giudizio, il passato torni a innervare il presente, lasciando intravedere appena l’enigmatica ombra del destino.

Francesco Carbone vive a Trieste. Ha scritto Da Hitler a Casablanca via Hollywood. Cineasti ebrei in fuga dal nazismo (2011) e l’operetta morale I privilegi dell’ignoranza (2013). È l’autore di …procederò per un altro poco… (1996) per il primo Festival della drammaturgia contemporanea del Politeama rossetti, di Pinocchio e basta! (1999) per la compagnia “baracca e burattini”, rappresentato anche al Mittelfest di

Cividale (1999), e di Marco Polo va in Oriente (2005), prodotto dal Comune di Trieste.