La mamma milita

Aa. Vv.

La mamma milita

Giugno 2018, isbn: 978-88-6770-385-2, € 15,00

Undici racconti, undici testimonianze sul ’68 per ricordare e salvaguardare la memoria per le generazioni future. Le sei donne del gruppo Archivia e le altre simpatizzanti che hanno contribuito all’opera hanno infatti avvertito la grande responsabilità di tramandare i propri ricordi legati ad anni che hanno rappresentato un punto di non ritorno, anni gioiosi e vittoriosi per alcuni versi ma dolorosi e difficili per altri.
Molte delle “confessioni” di questo libro-testimonianza partono dal terremoto del Belìce, svolta tragica per gran parte della Sicilia occidentale e non solo. Anche in quella zona, infatti, nasce la nuova consapevolezza che identifica il diritto della resistenza al sistema e la volontà di eliminare sfruttamento e oppressione.

AA.VV.
Archivia-donne in relazione è un progetto che mira a ridisegnare, attraverso la voce stessa delle donne, il ruolo spesso ignorato o dimenticato che esse hanno avuto nella Storia, con la certezza che ciò possa servire alle giovani generazioni per orientarsi nella vita in modo diverso. Archivia si pone come un argine, una piccola diga posta di traverso allo scorrere dell’oblio. E lo fa in modo originale. Chi si occupa di “indagare” su una o più
figure femminili o su un movimento di donne del passato accompagna con il proprio sguardo, attraverso uno scritto, il materiale raccolto, creando così una “relazione” vitale che rigenera la memoria tramandata. Nel giugno del 2017 il progetto è divenuto realtà con la nascita dell’associazione culturale che ha fortemente voluto la pubblicazione di
questo libro-testimonianza sul movimento del ‘68. Le socie fondatrici di Archivia: Angela Lanza, Donatella Barazzetti, Marta Garimberti, Margherita Cottone, Maria Sandias, Rita Alù.