Se fosse un giorno sarebbe giovedì

daniela donatella pieruccini

Se fosse un giorno sarebbe giovedì

Gennaio 2019, isbn: 978-88-6770-482-8, € 15,00

I racconti presentati in questa raccolta ruotano tutti intorno a momenti rilevanti della vita dei protagonisti che si trovano a ripercorrere snodi significativi della propria esistenza e ad affrontare pensieri ineludibili per quanto dolorosi, in un faccia a faccia continuo tra presente e passato. Non si tratta di una rassegna di storie e situazioni che impongono una scelta, non ci sono seconde possibilità, i personaggi non vengono posti davanti a un bivio: Se fosse un giorno sarebbe giovedì è un momento di rivelazione, per ognuno di loro. La vita è andata avanti ma non abbastanza da non poterne modificare la rotta e ricalcolare un percorso che si fa viaggio interiore, per acquisire coscienza e consapevolezza del proprio vissuto. Che sperimentino un tuffo nel vuoto o un viaggio nel tempo, i personaggi descritti da Daniela Donatella Pieruccini, con linguaggio intimo e un tono spesso disincantato, sentono di non potersi sottrarre al bisogno di autenticità, anche a costo di immergersi nell’oscurità dei propri abissi, per dare un senso al proprio futuro.

Daniela Donatella Pieruccini

È nata a Taormina nel 1959. Ha vissuto qualche anno a Bagnone e dal 1967 vive a Viareggio. Laureata in Lingue e Letterature Straniere Moderne, presso la facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Pisa, dopo qualche esperienza in una cooperativa di servizi congressuali e traduzioni, ha vinto il Concorso Ordinario a Cattedre e dal 1987 insegna Inglese negli istituti superiori. Tra i molteplici impegni professionali e familiari, coltiva la passione per i viaggi e – da sempre la più grande – per la lettura, senza dimenticare l’interesse, tra i vari generi musicali, per la musica rock.