Una stanza di parole

Bibi Morgen

Una stanza di parole

ottobre 2017, isbn: 978-88-6770-298-5, € 17,00

Un hard-disk rotto, un sentimento sommesso di nostalgia e perdita, ricordi fatti di oscurità e speranza insieme: la scrittura inevitabilmente cede alla suggestione di ogni minimo dettaglio, come rapita da una penna che non può tenere il colpo in canna, ma deve dare corpo concreto alle immagini che popolano la fantasia dell’autrice. Questi pensieri multiformi, rimasti sulla pagina per anni a fermentare come il buon vino, affollano ora la stanza di parole con giochi e scherzi, divertendosi bonariamente a ingannare e confondere il lettore con la loro eccentricità. Anna Zaccariello plasma un ibrido letterario, in cui convergono prosa e poesia, sceneggiatura teatrale e scrittura giornalistica, filastrocche e canzoni. Con un linguaggio ironico generatore di mondi distopici, l’autrice asseconda l’impeto della sua vena creativa, costruendo uno spazio semiserio in cui la parola e l’amore per essa divengono la ratio dell’intera raccolta.

Anna Zaccariello, in arte Bibi Morgen, nata a Napoli nell’autunno del 1990, studia recitazione per svariati anni diplomandosi all’Accademia Artisti di Roma. Studia Lettere e Filosofia e Giurisprudenza. Scrive e collabora con giornali e riviste culturali, interessandosi di cultura e società.